news

Le ricette: Frittelle di riso di Gino Fabbri

I fritti sono un dolce irrinunciabile della tradizione per celebrare il Carnevale, periodo dell’anno che segna la fine dell’inverno, il risveglio della natura e, in epoca cristiana, momento dove tutto è concesso prima della Quaresima, che prevede uno stile alimentare rigoroso.

In tutte le regioni italiane, oltre alle semplici chiacchiere, leggere e croccanti, piene di bolle e rifinite con miele o zucchero a velo, troviamo le frittelle lievitate, soffici e fragranti, dette anche castagnole – specie in Romagna – e brighelle, farcite con crema chantilly, ma anche alla vaniglia o al limone.

Il maestro pasticcere Gino Fabbri condivide con noi la ricetta delle frittelle di riso:

 

Ingredienti

• 1000 g acqua

• 150 g riso arborio

• 600 g latte fresco

• 100 g burro pastorizzato 82% mg

• 2 g sale

• scorza di limone

• 100 g farina di mandorle

• 150 g sciroppo di glucosio

• 200 g uova misto

• scorza di limone

• 600 g farina bianca 00 – frolla

• 100 g latte fresco alta qualità

• 10 g lievito chimico in polvere

 

Procedimento

Cuocere riso, acqua, latte, burro, sale e scorza di limone intera fino ad asciugare completamente l’impasto. Togliere la scorza di limone.

Montare le uova con la farina di mandorla e il glucosio.

Incorporare le due masse con i restanti ingredienti.

Modellare nei silpat a cartelletta ed abbattere.

All’occorrenza estrarre dal freezer e cuocere in olio a 180° C.

Passarli nello zucchero semolato e spolverare con zucchero vanigliato.

Per ottenere dolci croccanti e asciutti, dall’aspetto chiaro e dal gusto leggero, consigliamo di usare Frigoloso di Olitalia. Il primo olio da frittura per dolci, privo di olio di palma, contiene olio di girasole ad alto contenuto di acido oleico, vitamina E ed olio essenziale di bergamotto che contribuiscono ad accrescere la stabilità e conferiscono in frittura una fragranza deliziosa all’olfatto.

 

partner