freccia_sx torna indietro

14° award 2020

nella categoria: Ristoranti oltre 120€

Dal Pescatore Santini


Qui si celebra da tre generazioni un omaggio al fiume Oglio e alla pianura Padana. Siamo nel Parco regionale dell’Oglio Sud e la carta ne è piena espressione proponendo sapori classici del territorio firmati da Nadia Santini e da suo figlio Giovanni. Alcuni piatti sono diventati portate icona, in menu tutto l’anno e ragione del viaggio per clienti che arrivano da tutto il mondo. Parliamo della Terrina di astice con caviale Oscietra Royal e olio extra vergine d’oliva toscano; delle Lumache Petit Gris, allevate in zona, con salsa di erbe aromatiche e aglio; del Sorbir di agnoli; delle Coscette di rana gratinate.
Un ventaglio di piatti storici su quali spiccano per storia, sapore e racconto del territorio, i Tortelli di zucca mantovana fatti in casa e conditi con burro e parmigiano secondo una ricetta tramandata da tre generazioni. Riproporre orgogliosamente la propria storia non significa averla nostalgicamente fermata ma eseguirla con il rispetto tecnico dovuto alla tradizione regalando agli ospiti un’esperienza di gusto che coniuga la grande sapienza dell’alta cucina con l’alta classe dell’accoglienza della famiglia Santini.
Siamo in un ristorante classico che racconta una delle più belle storie della ristorazione italiana. Nato nel 1926 come capanno dove si preparavano piatti semplici a base di pesce di fiume per ristorare cacciatori e pescatori, è diventato poi osteria trattoria fino alla trasformazione in ristorante ispirato alla tradizione culinaria francese. Impronta chiara che si apprezza nel servizio dei formaggi come per l’Orologio di Formaggi, selezione casearia che è insieme raffinata e appagante, o con il Soufflè all’Arancia con coulis al Frutto della Passione che, nella lista dei dolci sta accanto alla più tradizionale Torta di Amaretti.
La famiglia, l’arte del ricevere, il rispetto di preparazioni e sapori eseguiti intrecciando orgoglio e delicatezza rendono questo posto un luogo del cuore che starebbe bene in un film di Bernardo Bertolucci o di Pupi Avati; e per questo è uno dei “ristoranti italiani per eccellenza”. Definizione che dai Santini assume senso pieno e autentico dove tutto porta il segno di un’armonia familiare senza tempo eppure senza la polvere del tempo passato, valendo loro riconoscimenti internazionali riconfermati ogni anno da più di vent’anni.
La carta dei vini prestigiosa firmata da Antonio Santini e da Alberto Santini è arricchita da referenze importanti e rare ma goderne non è impossibile grazie al servizio al bicchiere.




This place has been paying homage to the Oglio River and the Padana plain for three generations. We are in the Regional Park of South Oglio, and the menu is full of illustrations of this land. It proposes classic flavors of the territory prepared by Nadia Santini and her son Giovanni. Some of the dishes have become iconic, and are on the menu year-round. They are the reasons clients visit here from the world over. Examples include the mullet with lobster, Ociestra Royal caviar, and Tuscan extra virgin olive oil, the Petit Gris escargot which are locally raised with wild herb sauce and garlic, the Sorbir agnoli, and the breaded frog legs. There is an array of historic dishes that stand out for their history, flavor and illustration of the territory. The homemade Mantovani pumpkin tortelli are seasoned with butter and parmesan according to a recipe that has been handed down over three generations. Proudly proposing one’s own history does not mean keeping it fixed nostalgically in time. Rather, it means respecting traditional techniques to give one’s guests a flavor experience that converges the great know-how of gourmet cooking with the excellent hospitality of the Santini family. We are in a classic restaurant that has one of the most beautiful tales in the Italian restaurant business. It opened in 1926 as a lodge where simple dishes of river fish were prepared for hunters and fishermen. It then become an osteria trattoria until it was finally transformed into a restaurant inspired by the French culinary tradition. The restaurant’s style can be appreciated in cheese service such as the Orologio di Formaggi, a dairy-farm selection that is refined and gratifying. It is also found in the Soufflè all’Arancia (orange souffle) with seedless passion fruit. This dish is included in the dessert menu along with the more traditional Torta di Amaretti. Family, the art of hospitality, respect for the preparations and the executed flavors, interwoven pride and delicateness make this a well-loved place that would be perfect for a film by Bernardo Bertolucci or Puvi Avati, and this is why it is one of the “best gourmet restaurants in Italy.” This is the definition that the Santinis fully take upon themselves in the most fundamental, authentic sense of the phrase. It is a place where everywhere there is a feeling of timeless family unity without any of the dust from the past. They have lived up to the standard of their international recognitions for more than twenty years now. The wine list is prestigious and is curated by Antonio and Albert Santini. It is enriched by rare and important labels, but enjoying them is not unaffordable thanks to the possibility to order by the glass.
chef
chef: Nadia e Giovanni Santini
localizzatore
location: Italia
Canneto sull' Oglio - Strada Canneto Fontanella, 15, Runate, Canneto sull'Oglio MN, Italia
Orologio
apertura: dal gio. alla dom. a pranzo e cena; mer. a cena

giorno di chiusura: lunedì e martedì
Telefono
telefono: 0376723001
birra
da provare assolutamente: Terrina di astice con caviale Oscietra Royal e olio extra vergine d’oliva toscano
Risorsa 16
Menu: link
Risorsa 16
Menu degustazione:
riservato
prenotare: clicca qui
serv_aggiuntivi
struttura adatta a persone con difficoltà motorie
parcheggio
aria climatizzata
giardino

banconota
pagamenti accettati
partner