freccia_sx torna indietro

39° award 2020

nella categoria: Ristoranti oltre 120€

Joia


Da trent’anni, mangiare vegetariano a Milano è una filosofia che ha dato dignità di fine dining ad una scelta alimentare considerata privativa.
La carne non c’è ma il gusto c’è tutto; la centralità dei sapori vegetali regalano un’esperienza che appaga e non fa differenze fra vegetariani e onnivori.
Pietro Leeman porta in menu una profondità ed un’eleganza di pensiero nutrito di parole e musica, viaggi e riflessioni, letture di antroposofia, disciplina che mette in relazione uomo, natura, il cosmo, Dio.
Cosa mangiare è una scelta che qui respira tutto questo, nutre il menu diventandone la conseguenza e l’espressione.
Ne è un esempio “La Fonte della Vita”: Uovo apparente di zucca, funghi porcini e oro, fonduta di mandorle e mais e la promessa di una sorpresa inaspettata che coccola l’ospite già dall’antipasto.
Fra le zuppe le risonanze dei suoi viaggi in Oriente si assaporano nel “Codice della cucina”: zuppa rappresa, cipolle rosse cotte a lungo, castagne, shitake e pak choi con i gusti del Paese del Sol Levante. Mentre fra i primi in “Contemplando la divinità” si apprezza la pulizia dei sapori vegetali esaltati da tecniche di cottura differenti. Molto interessante la selezione di formaggi vegetali home made accompagnati da mostarda di barbabietola, miele di fiori della val Rovana, composta di mele cotogne e cannella, pane stile nordico. I dolci sono in linea con la ricerca di un equilibrio fra golosità e leggerezza.
Le materie prime sono coltivate in orti biologici, biodinamici o sinergici.
L’abbinamento dei vini è proposto in quattro selezioni diverse per tipologia e prezzo e vengono suggeriti per i menu degustazione “Zenith” 135 euro – 11 portate; “L’enfasi della natura” 115 euro 8 portate; “La scoperta”, 95 euro – 5 portate.
L’ambiente è moderno e accogliente e il servizio dinamico ed in linea con la filosofia del posto, il pensiero dello chef e il suo progetto.




For thirty years now, eating vegetarian cuisine in Milan has been a philosophy that has given dignity and fine dining status to a food choice that was previously considered to be limiting. There is no meat, but there is a lot of taste. The centrality of the vegetable flavors gives an experience that satisfies and does not differentiate between vegetarians and omnivores. Pietro Leeman has brought depth and elegance of thought fed by words and music, travels and reflections, anthroposophy readings, and discipline, to his work. Man, nature, the cosmos and God are brought together. What to eat is a choice that reflects all of this, and the menu illustrates the consequence of his contemplations. An example is the “La Fonte della Vita”: an egg with pumpkin, gold and porcini mushrooms, a fondue of almonds and corn and the promise of an unexpected surprise that spoils the guest right from the antipasto. Among the soups, his travels through the Orient are exemplified when you taste the “Codice della cucina”: a creamy soup with red onions, chestnuts, shitake and pak choi with flavors from the Land of the Rising Sun. We appreciated the pasta dish called “Contemplando la divinità” for the clean vegetable flavors that are exalted through different cooking techniques. The selection of homemade vegetable cheeses is very interesting. They are accompanied by beets, mustard, honey from flowers in Val Rovana, a compote of quince apples and cinnamon, and Nordic bread. The desserts exhibit an excellent balance between decadence and lightness. The raw materials are cultivated in organic, biodynamic or synergic gardens. The pairing of wine is proposed in four different sections divided by type and price. Various labels are also suggested in the tasting menus which are “Zenith” 135 euros – 11 courses; “L’enfasi della natura” 115 euros 8 courses; “La scoperta”, 95 euro – 5 courses. The interior is modern and welcoming and the service is dynamic and in line with the establishment’s philosophy, and the chef’s vision.
chef
chef: Pietro Leemann
localizzatore
location: Italia
Milano - Via Panfilo Castaldi, 18, 20124 Milano, Italia
Orologio
apertura: da lun. a sab. a pranzo e cena

giorno di chiusura: domenica
Telefono
telefono: 0229522124
birra
da provare assolutamente: La Fonte della Vita: Uovo apparente di zucca, funghi porcini e oro, fonduta di mandorle e mais
Risorsa 16
Menu: link
Risorsa 16
Menu degustazione:
riservato
prenotare: clicca qui
serv_aggiuntivi
aria climatizzata
banconota
pagamenti accettati
partner