freccia_sx torna indietro

33° award 2020

nella categoria: Trattorie

Lo Stuzzichino


La cucina a vista, posta tra l’ingresso e la sala e adornata con maioliche e preziosi marmi, accoglie i visitatori con luce calda ed energica vitalità. L’ambiente è curato e luminoso, rilassante, silenzioso e comodo. La conduzione familiare assicura buon feeling tra gli operatori, sia quelli in sala che quelli ai fornelli, ed esprime complicità e abnegazione per una struttura quasi sempre aperta al pubblico, e dotata di un’atmosfera dove coesistono tepore domestico e professionalità.
A dispetto di un nome che evoca una gastronomia spiccia e poco curata, l’offerta è in realtà ampia e incentrata sulla tradizione costiera, sebbene non manchino felici e originali contaminazioni estemporanee; e così anche una portata semplice come il fiore di zucca farcito di ricotta e fritto in pastella può essere impreziosita con “caramelle” di pomodorini essiccati, dolcissime e saporite. Si passa da piatti volti a valorizzare la splendida materia prima marina, come i ricercati gamberi di Crapolla, appena scottati in padella, o il pesce del giorno, che può essere una cernia ai ferri dalla straordinaria freschezza e consistenza. In altri invece lo chef interviene con maggiore creatività ma assicurando sempre un tocco lieve e delicato. È il caso dei ravioli casalinghi alla ricotta -da provare assolutamente- aromatizzati al limone, adagiati su un delizioso brodetto di pesce e costellati da vongole veraci di primissima scelta. Anche i dolci sono di produzione propria: la parte biscottata della celebre “ricotta e pera” presenta una friabilità esemplare e valorizza la soffice e leggera farcitura.
La scelta dei vini è interessante, grazie a una cantina visitabile che appare attraente e discretamente fornita, ma più interessante ancora è il contenuto rincaro dei prezzi. Il conto complessivo è onesto e sostenibile.
Al termine si va via appesantiti solo dal bagaglio emozionale, fatto di straordinari sapori e di grande umanità, quella che il verace e generoso padrone di casa sa elargire con garbo e autentica franchezza.




At this restaurant the kitchen is in view, positioned between the entrance and the dining area. It is adorned with majolica tiles and precious marble. It welcomes its visitors with warm lighting and vital energy. The interior is well-kept and bright, relaxing, quiet and comfortable. The family management ensures a harmony among the staff, both those in the dining area and those at the stove. It expresses a complicity and abnegation for a structure that is almost always open to the public. It has an atmosphere where a domestic warmth and professionalism coexist. On the contrary to a name which denotes brevity and low-quality cooking, the offer in reality is ample and centered around the coastal tradition, even if happy and original impromptu contaminations are not missing. And so even a simple dish such as zucchini flowers stuffed with ricotta and fried in batter can be embellished with dried cherry tomato “candies”, which are sweet and very tasty. We move on to dishes aimed at valorizing the splendid raw materials, such as the sought-after Crapolla shrimp, served just barely seared in the pan, or the fish of the day, which may be a grilled grouper fish with extraordinary texture and freshness. In other dishes, instead, the chef uses more creativity yet always with a light and delicate touch. This is the case of the highly-recommended, homemade ravioli with ricotta perfumed with lemon, and placed in a delicious fish broth that is dotted with top-quality wild clams. The desserts are also house-made: the cookie crust of their celebrated “ricotta e pera” has an exemplary crumbliness which exalts the soft, light filling. The selection of wines is interesting, thanks to an attractive, decently-supplied cantina which you can visit. But the most interesting aspect is the markups on the prices. The bill, on the whole, is honest and affordable. At the end you go away weighed down only by memories of extraordinary flavors and the goodwill which the authentic and generous man of the house knows how to bestow with grace and genuine frankness.
chef
chef: Domenico De Gregorio
localizzatore
location: Italia
Sant'Agata sui Due Golfi - Via Deserto, 1/a, 80061 Sant'Agata sui Due Golfi NA
Mezzi
*raggiungibile con mezzi pubblici
Orologio
apertura: da dom. a mar. pranzo e cena; da gio. a sab. pranzo e cena

giorno di chiusura: Mercoledì (tranne luglio e agosto).
Telefono
telefono: 0815330010
birra
da provare assolutamente: Ravioli di ricotta al profumo di limone, su fondo di pesce e vongole veraci.
Risorsa 16
Menu: link
Risorsa 16
Menu degustazione:
riservato
prenotare: clicca qui
serv_aggiuntivi
struttura adatta a persone con difficoltà motorie
parcheggio
aria climatizzata
wifi gratuito

giardino

animali ammessi

animali ammessi solo di piccola taglia

banconota
pagamenti accettati
partner