freccia_sx torna indietro

20° award 2020

nella categoria: Ristoranti oltre 120€

La Torre del Saracino


Per entrare nel mondo di Gennaro Esposito bisogna accomodarsi dentro la Torre costruita, sorniona e attenta, a guardia del mare che bagna Seiano, la frazione marina di Vico Equense. È qui che bisogna fare l’aperitivo che è già da solo una esperienza unica e completa che detta i temi di una cucina al tempo stesso innovativa e classica. In primo luogo, l’orto-mare, ossia la traduzione gastronomica di una cultura millenaria che vede abbinare i prodotti della terra coltivati in piccoli appezzamenti, nutriti dal Vesuvio arcigno che sorveglia la Penisola Sorrentina e dal sole, al pescato quotidiano. Non quello dei ricchi, spigole e orate, ma dei poveri: alici, tonnetti, pezzogne, polpi, cefali. È dalla memoria quotidiana che Gennaro Esposito ha tratto ispirazione per la sua eccezionale cucina in cui la tecnica non serve a stupire, ma per concentrare il sapore.
Una cucina di materia, conosciuta, ricercata e studiata nei dettagli, con pignoleria e intelligenza, capace di offrire sempre nuovi spunti e di parlare a un pubblico vasto di appassionati, non solo a quella critica interessata solo alle ultime mode. Ecco perché Gennaro Esposito, da innovatore, è diventato un classico, nella sala bianca in cui tutto si muove alla perfezione, grazie ad un servizio collaudato, il cliente, non il cuoco, è al centro, vero protagonista.
Impossibile non provare alcuni classici come la parmigiana di pesce bandiera, la minestra di pasta mista con i pesci di scoglio, il riso al pomodoro solo per citare alcuni piatti che sono diventati patrimonio collettivo di una cucina moderna e capace di stare al passo con i temi del momento, dalla sostenibilità ambientale al benessere di chi è a tavola. Una cucina in cui la carne fa la sua apparizione raramente (maialino nero, agnello), ma sempre con assoluta autorevolezza e padronanza tecnica che rivela le lezioni apprese dalla cucina francese di Ducasse. Un menu che cambia seguendo le stagioni della terra del mare e accompagnato da una sterminata carta dei vini e dei distillati con un finale dolce che da solo merita il viaggio. Una delle migliori tavole italiane, affidabile e concreta.




To enter into Gennaro Esposito’s word you must enter into the torre (tower) which was craftily and carefully constructed to guard shores of Seiano, the seaside area of Vico Equense. It is here that we begin with an aperitivo, which with one bite, clearly introduces the theme: a cuisine that is both innovative and classic at the same time. In the first place, the orto-mare (vegetables and fish), or in other words the gastronomic translation of a culture that has been combining products from the earth with the daily catch for over one thousand years. The produce is cultivated in small gardens and nourished by the Vesuvius which watches over the Sorrento Penninsula. The catch of the day is not spigole or orate, but the poor man’s catch with anchovies, tonnetti, pezzogne, octopus and mullet. It is from this daily tradition which Gennaro Esposito gets his inspiration for his exceptional cooking where he uses technique to concentrate flavor rather than to amaze his customers. It is a cooking that uses raw materials that are known, sourced and studied in detail. They are used with intelligence and precision, always capable of inspiring new ideas and of speaking to a vast audience of food lovers, not just the critics interested in the latest trends. This is why Gennaro Esposito, as an innovator, has become a classic. In the white dining room where everything moves like clockwork thanks to a well-prepared waitstaff, the guest, not the cook is the true protagonist and is at the center of the experience. It is impossible not to try the classics such as the parmigiana di pesce bandiera, the mixed pasta minestra with pesce di scoglio, or the rice with tomatoes. These are just a few dishes that have become part of the collective patrimony of a modern cuisine that is able to keep up with the current trends, from environmental sustainability to well-being at the table. Meat makes a rare appearance here (black piglet, lamb), but always with absolute authority and with a technical mastery which reveals the chef’s training from the French Ducasse cuisine. The menu changes following the seasons of the land and the sea, and it is accompanied by an endless list of wines and spirits with a final dessert which alone merits the trip. One of the best Italian tables; trustworthy and concrete.
chef
chef: Gennaro Esposito
localizzatore
location: Italia
Vico Equense - Torre del Saracino 9 Via Torretta Marina d'Aequa, 80069 Vico Equense NA
Orologio
apertura: mar. a cena; da mer. a sab. pranzo e cena; dom. a pranzo

giorno di chiusura: lunedì
Telefono
telefono: 0818028555
birra
da provare assolutamente: parmigiana di pesce bandiera
Risorsa 16
Menu: link
Risorsa 16
Menu degustazione:
riservato
prenotare: clicca qui
mail
prenotare: clicca qui
serv_aggiuntivi
parcheggio
banconota
pagamenti accettati
partner