freccia_sx torna indietro

36° award 2020

nella categoria: Ristoranti fino a 120€

Ristorante Villa Maiella


In Abruzzo i ristoranti insigniti dalla stella della famosa “guida rossa” sono sette, e il ristorante Villa Maiella di Guardiagrele in provincia di Chieti lo è dal 2009, quando la guida della cucina era nelle mani di Peppino Tinari. Nato nel 1968 come fiaschetteria, il ristorante nel corso degli anni si evolve fino a raggiungere riconoscimenti importanti a livello nazionale; un luogo che si trova sulla via della Maiella in un contesto silenzioso e lento come quello che solo i paesi dell’entroterra sanno regalarci. Oggi la cucina è in mano ad Arcangelo Tinari (figlio di Peppino) dedito attraverso i suoi piatti alla narrazione della sua terra, l’Abruzzo. Gran parte dei prodotti provengono dalla loro fattoria di famiglia dove vivono allo stato semi-brado, tra le altre specie, i suini neri abruzzesi. I sapori sono semplici, che non cercano chissà quale costrutto, sanno di genuinità ma che allo stesso tempo prendono forma da un’attenta ricerca.
La sala è diretta da Pascal (fratello di Arcangelo) giovanissimo sommelier prestato al servizio che sa ben guidare il cliente in un percorso equilibrato tra sapore e gusto.
Una nota di merito al fois gras, un grande piatto realizzato utilizzando materia prima proveniente dalla fattoria di famiglia. Un’esperienza che vale sicuramente il viaggio, utile a conoscere una cucina raffinatissima tra le montagne abruzzesi.




In Abruzzo there are seven restaurants recognized by a star from the famous “red guide” and the Villa Maiella restaurant in Guardiagrele in the province of Chieti has been once since 2009, when the guide was in the hands of Peppino Tinari. Opened in 1968 as a fiaschetteria (tavern), the restaurant has evolved over the course of the years until reaching important recognitions on a national level. It is located on the road to Maiella in a quiet, tranquil area as only the inland little towns can be. Today the kitchen is in the hands of Arcangelo Tinari (Peppino’s son) who is committed to his dishes that narrate his land, Abruzzo. A large portion of his products come from their family farm where, among other species, they keep black Abruzzo swine in a semi-wild state. The flavors are simple; they do not not try to be overly constructed. They are genuine but at the same time they take their form from an authentic research. The dining area is under the direction of Pascal (Arcangelo’s brother), a young sommelier who is competent and knows how to guide the customer through a balanced journey of flavor and taste. A note of merit goes to the fois gras, a great dish realized using raw materials from the family farm. It is an experience that is certainly worth the trip, and it is nice to know there is refined cuisine in the Abruzzo mountains.
chef
chef: Angela Di Crescenzo e Arcangelo Tinari
localizzatore
location: Italia
Guardiagrele (CH) - Via Sette Dolori, 30, 66016 Colle Barone, Guardiagrele Chieti, Italia
Mezzi
*raggiungibile con mezzi pubblici
Orologio
apertura: da mar. a sab. pranzo e cena; dom. solo a pranzo

giorno di chiusura: Domenica sera e Lunedi
Telefono
telefono: 0871809319
birra
da provare assolutamente: Fois gras, percoche e albicocche
Risorsa 16
Menu: link
Risorsa 16
Menu degustazione:
riservato
prenotare: clicca qui
serv_aggiuntivi
struttura adatta a persone con difficoltà motorie
parcheggio
aria climatizzata
banconota
pagamenti accettati
partner